RAPHAEL DAL BO – PIONIERE DEL PROSECCO BIO


Da oltre 20 anni produciamo Prosecchi e spumanti d’alta qualità tra i migliori a livello internazionale. Sin dall’inizio della nostra attività nel 1999 siamo convinti del potenziale della produzione biologica di vino spumante. Ciò che era iniziato come pensiero pionieristico è diventato realtà nel 2003: la produzione del nostro primo Prosecco bio. Nel 2009 è stato il primo Prosecco in assoluto a ricevere la certificazione Bio Suisse (gemma). L’anno successivo, nel 2010, il nostro Prosecco bio ha ottenuto la medaglia d’oro per il miglior spumante Extra Dry d’Europa all’esposizione internazionale del vino Expovina a Zurigo. Nel frattempo abbiamo ottenuto tutte le principali certificazioni bio al mondo e abbiamo una quota di oltre il 90 percento di prodotti biologici sulla nostra intera produzione. 

Pioniere una volta, pioniere per sempre: nel 2020 abbiamo lanciato il nostro primo spumante «Vigne Resistenti». Queste varietà di vite naturalmente resistenti soddisfano tutti i requisiti dei vini Gemma Bio e sono inoltre resistenti alle malattie più frequenti, come l’oidio della vite (detto anche muffa bianca). Meno sostanze pesticide, meno tragitti con i macchinari per la viticoltura e dunque un miglior bilancio di CO2 e una ridotta contaminazione del suolo sono valori aggiunti concreti. Gli insetti utili al vigneto vengono protetti. Nel settore della viticoltura biologica si pongono grandi speranze su queste viti.

Per poter produrre un Prosecco bio d’alta qualità in modo sostenibile è fondamentale disporre dei migliori territori e di un microclima adatto. Ma più di tutto c’è bisogno di persone che lavorano con passione e convinzione.

MASSIMA QUALITÀ BIO

Le organizzazioni come Bio Suisse in Svizzera garantiscono ai consumatori la massima qualità bio grazie a severe direttive. Ci teniamo molto che i nostri prodotti soddisfino interamente tali requisiti e che siano certificati.  

Il nostro Prosecco bio nasce da un vigneto vivace, viti robuste e un suolo sano. La chiara rinuncia all’uso di pesticidi chimici sintetici e fertilizzanti artificiali ha l’effetto di risparmiare molta energia e di preservare l’ambiente. In questo modo il nostro suolo mantiene il suo carattere originario e viene preservata la biodiversità. 

Con l’impiego di fertilizzante organico le nostre viti crescono più lentamente, i grappoli d’uva pendono meno compatti, gli acini hanno una buccia più robusta e rimangono più sani. Proteggiamo le nostre viti contro malattie e parassiti con preparati vegetali o minerali.

Per mantenere l’uva sana, sfoltiamo le frasche a mano e rinunciamo esplicitamente a massimizzare i raccolti. Inoltre, nei nostri vigneti pratichiamo il sovescio per favorire la proliferazione di insetti utili anziché eliminare le erbacce con erbicidi. 

Anche in fase di pigiatura il trattamento rispettoso del suolo e delle piante ha un effetto molto positivo e così gli aromi si mantengono particolarmente bene nei nostri Prosecchi. Il risultato: un Prosecco bio di grande aromaticità dal sapore incredibilmente fresco e persistente.